Password dimenticata?
Ricerca guidata




Le BMW serie 1 (E 87)

 

rigarossasottile

Le marmitte e i ricambi Bruel Italia per le BMW serie 1 (E 87):

 

 

rigarossasottile

 

Informazioni generali della BMW serie 1  (E 87)

 

La Serie 1 definitiva fece il suo debutto al Salone di Parigi nell'autunno del 2004.
Appariva chiaro fin dal suo debutto che già la prima generazione della Serie 1 non voleva proporsi come una versione accorciata della Serie 3,come invece era stato fatto fino a quel momento con le due generazioni della Compact.

 

Realizzato dal'equipe guidata dal discusso Chris Bangle, neppure lo styling della prima generazione della Serie 1 mancò di far discutere e dividere tra sostenitori e detrattori, a causa del mix bangliano di spigoli e curve e delle particolari proporzioni conferite al corpo vettura.
La Serie 1 presentò fin dal suo debutto un'evidente particolarità che la rese singolare rispetto a tutti gli altri modelli di segmento C, vale a dire la sua architettura meccanica, che prevedeva il motore anteriore in posizione longitudinale e soprattutto la trazione posteriore.


Al suo esordio, la E87 era disponibile in quattro motorizzazioni, due a benzina e due a gasolio:
116i, con motore da 1596 cm3 115 Cv,120i, con motore da 1995 cm3 150 Cv, 118d, con motore turbodiesel common rail, da 1995 cm3 122 CV; e 120d, con lo stesso motore della 118d, ma con potenza portata a 163 CV.
Nel corso del 2005, la gamma si ampliò verso l'alto con l'arrivo della 130i, spinta da un 3 litri a benzina della potenza di 265 CV.  Sempre nel 2005, vi fu anche l'arrivo della 118i, anch'essa con motore a benzina, ma in questo caso si trattava di una variante depotenziata del 2 litri da 150 CV montato sulla 120i, motore la cui potenza, nel caso della 118i, si fermava a 129 CV.


Nel 2006, la gamma rimase quasi invariata: l'unica eccezione fu nei motori diesel, che divenne possibile scegliere con filtro antiparticolato (DPF) o senza.


Nel marzo del 2007 vi fu un restyling, non molto marcato dal punto di vista estetico: il paraurti anteriore è stato ridisegnato ed ora propone un'ampia presa d'aria che si estende per l'intera larghezza del paraurti stesso.