Password dimenticata?
Ricerca guidata




La Citroen DS 3

 

rigarossasottile

Le marmitte e i ricambi Bruel Italia per la Citroen DS 3

 

 

 

rigarossasottile

 

Informazioni generali sulla Citroen DS3

 

All'inizio del 2009, la Casa del "double-chevron" comunicò alla stampa di voler resuscitare due storiche lettere: DS. Per un comprensibile equivoco, i media diedero per scontato che la Citroën avesse in mente di lanciare in produzione un'ammiraglia remake della mitica ed indimenticabile Citroën DS. Di fatto, la sigla DS non significa Desirée Spéciale, come fu per la DS di oltre 50 anni prima, ma Different Spirit, e sottolinea, la differente tendenza della nuova linea di modelli.


La stessa filosofia progettuale della DS3 viene definita come anti-retrò, per evidenziare ulteriormente il fatto che la vettura richiami la sigla DS solo per un motivo commerciale, ma che di retrò non ha, di fatto, assolutamente nulla.
La DS3 viene presentata nel mese di agosto del 2009 in occasione dei festeggiamenti per i 90 anni della Casa francese e nasce sullo stesso pianale della C3 seconda serie, che è quindi anche lo stesso della 207 e della C3 Picasso.

 

La DS3 è disponibile con tre motorizzazioni a benzina e tre a gasolio. Le prime sono i tre classici motori Prince: 1.4 VTi da 95 cv, 1.6 VTi da 120cv e 1.6 Turbo THP 155cv:le motorizzazioni diesel, sono gli altrettanto classici motori della serie DV condivisi anche da alcuni modelli del gruppo Ford e cioè: 1.4 HDi da 71 CV, 1.6 HDi da 92cv e 1.6 HDi da 112cv tutte con FAP.


Poco tempo dopo la presentazione ufficiale della DS3, è stata svelata quella che sarà, la versione di punta della gamma: la DS3 Racing. Questo modello monta il 1.6 THP Turbo da 202 CV, lo stesso che più avanti verrà utilizzato sulla Peugeot RCZ.
Questa versione, riconoscibile dalla vistosa carrozzeria con cerchi in lega da 18 pollici, viene commercializzata in tiratura limitata di soli 1000 esemplari.

 

La messa a punto di questo modello è avvenuta con la collaborazione del team rallystico cinque volte campione del mondo costruttori World Rally Championship. E proprio questa vettura, dal 2011, sarà utilizzata dal double chevron in tale campionato, ma con il 1.6 potenziato a 300 cavalli e guidata dall'inossidabile Sebastien Loeb.