Password dimenticata?
Ricerca guidata




La Volkswagen Golf

 

rigarossasottile

Le marmitte e i ricambi Bruel Italia per il Volkswagen Golf

 

 

 

 

rigarossasottile

 

Informazioni generali del Volkswagen Golf

 

All'inizio degli anni 70, il gruppo Volkswagen attraversò la più grave crisi della sua storia. Alcuni modelli sbagliati e la crisi della sua consociata NSU l'avevano ridotta quasi sul lastrico. Il tentativo di rimpiazzare il mito del primo dopoguerra, la Volkswagen Maggiolino, fu affidato all'estro di Giorgetto Giugiaro che disegnò un modello che ne cambiava totalmente le linee e la filosofia costruttiva. La Golf, presentata da Volkswagen nel 1974, è da allora divenuta suo simbolo. Nel 1976 venne presentato il modello sportivo destinato a fare storia, la Golf GTI. Nel corso degli anni ne sono state prodotte sei serie che hanno sempre mantenuto il successo commerciale nella categoria di riferimento.

 

  • La Volkswagen Golf II, venne immessa sul mercato nell'agosto del 1983. Motore anteriore trasversale 4 cilindri in linea, trazione anteriore, cambio anteriore trasversale a 4 marce, come la precedente. La grande novità,fu il modello Syncro, ossia la versione a quattro ruote motrici. Nel 1984 fece il suo ritorno, la Golf GTI con motore 1.8 disponibile anche catalizzato. Nel 1985 la GTI subì un lieve restyling venne dotata della mascherina con doppio faro. Nel 1986 venne introdotto il motore 16 valvole twin cam, con sistema d'iniezione Bosch K-Jetronic. Nell'agosto del 1989 l'ultimo restyling della Golf II. Gli allestimenti disponibili, vedevano nella Golf CL la versione base mentre al top della gamma la Golf Rally G60. Uno dei modelli più importanti per il 1990 fu la Golf GTD, che adottò l'intercooler disponendo in questo modo di una potenza maggiore rispetto alla versione precedente (80Cv a 4500 giri/min).

 

  • Il 1991 debuttò la terza serie della Golf, accolta con un successo di pubblico e di critica. L'estetica venne aggiornata, con un frontale modificato, molto più arrotondato e fornito di una coppia di fari racchiusi in un guscio oblungo. Nel 1993 ci fu la riedizione della Cabriolet, la prima serie,  fu prodotta dal 1979 fino a quel momento perché non fu mai realizzata una versione cabrio della seconda serie e iniziò anche la produzione del modello Variant.  Per quanto riguarda i propulsori a gasolio, su questa serie esordirono i 1.9TDI da 90cv e 110cv. Al top di gamma, tra il 1992 e il 1996, c'era la Golf VR6, dotata del motore VR6 da 2800cc e 174cv, che era in produzione anche in versione syncro 2900cc e 4WD

 

  • La fine del 1997 segna l'inizio della nuova Golf, giunta alla quarta generazione. Questa serie, proposta nelle motorizzazioni di 1.4, 1.6, 1.8, 1.8 Turbo (GTI) e 2.3 V5 a benzina e 1.9TDI vedrà ottimi risultati commerciali dovuti in gran parte ai motori TDI. In questa serie il modello GTI fu dotato del 1.8 turbocompresso in grado di erogare 150CV già presente su molti altri modelli del gruppo e quindi non sviluppato ad hoc per la GTI.Le motorizzazioni verranno aggiornate nel corso degli anni; nel 1999 verrà introdotto il 2.0 da 115CV e il 2.8 da 204CV, il 1.6 passerà da 101CV a 102cv quindi a 105 (per poi essere sostituito dal 1.6FSI da 110CV, il 1.8T riceverà un aumento di 30CV passando quindi a 180CV ed il 2.3 sarà potenziato a 170CV dai 150 originari, ma la versione più potente fu la Golf R32 con un motore 3.2 V6 (con bancate a 15°) con ben 241 cv,i diesel, subiscono diversi incrementi di potenza il 1.9, dagli iniziali due livelli  il 90 (portato poi a 101cv) e il 110CV, si passerà, grazie all' adozione della pompa-iniettore al 115 (portato poi a 130) ed infine al 150CV.

 

  • Nel 2003 la quinta serie della Golf condivide (quasi) tutti i suoi motori con la cugina Audi A3. Caratteristico il motore TDI a iniettore pompa, soluzione fino ad ora sviluppata solo da Volkswagen. Su questa serie hanno esordito le versioni Bluemotion (abbinate al 1.9TDI da 105cv) e i propulsori 1.4TSI Twincharged (Turbina + Compressore volumetrico) da 140 e 170cv. Sono tornate anche versioni storiche come la Golf GT, la Golf GTD e la Golf GTI Pirelli, mentre al top di gamma si trova la Golf R32, abbinata al 3.2 VR6 da 250cv.

 

  • La sesta serie della Volkswagen Golf è di fatto un restyling della precedente Golf V entra in produzione a dicembre 2008. Il nuovo modello è più aerodinamico e silenzioso del precedente e tendendo conto delle critiche alla qualità degli interni che furono mosse al modello precedente, la VW ha deciso di migliorare la qualità,i fari anteriori sono più allungati e si uniscono alle strisce cromate poste a destra e a sinistra dello stemma Volkswagen, le maniglie delle portiere sono diventate più grandi e sporgono molto di più. Tra le novità tecniche,il nuovo motore turbodiesel ad Iniezione diretta Common rail.