Password dimenticata?
Ricerca guidata




Le Alfa Romeo 75

 

rigarossasottile

Le marmitte e i ricambi Bruel Italia per la Alfa Romeo 75:

 

 

rigarossasottile

Informazioni generali della Alfa Romeo 75

 

Erede della Giulietta '77, la 75 venne presentata nel maggio del 1985 per festeggiare il 75° anniversario della casa in un momento finanziariamente molto difficile per l'Alfa Romeo. Con le poche risorse non era possibile progettare un'automobile nuova, bisognava conservare non solo la meccanica ma anche l'intera ossatura della carrozzeria della Giulietta. Nonostante non proponesse nulla di sostanzialmente nuovo, la 75 ottenne grande successo.

 

Nel 1986 venne presentata la 75 1.8 Turbo, spinta da una versione turbocompressa da 155 cv del classico bialbero di 1779 cc. Prestazioni, carrozzeria e interni erano simili a quelli della Quadrifoglio Verde. Una versione da corsa della 75 Turbo venne iscritta al campionato italiano SuperTurismo.

 

Per celebrare i discreti risultati ottenuti nella competizione, venne prodotta (in 500 esemplari) la 75 Turbo Evoluzione, con motore identico alla 75 Turbo normale e con carrozzeria molto vistosa.

 

Alla fine del 1992, col debutto della nuova 155, la gamma 75 venne ridotta alle sole versioni 1.6 cat Europa e 2.0 TD. È da segnalare però che che in alcuni mercati la commercializzazione delle 75 1.6 e 1.8 in versione catalizzata continuò fino al 1994, e fino ad allora la clientela continuava ad apprezzare soprattutto la 75, piuttosto che la 155: questo perché la nuova berlina fu realizzata sul pianale utilizzato anche per la Lancia Dedra e la Fiat Tempra, con una meccanica eccessivamente "Fiat", che deluse gli alfisti più puri.

 

Infatti la 75 fu l'ultima Alfa Romeo ad avere trazione posteriore e motore longitudinale. Alla fine del 1993 venne tolta definitivamente di listino.

 

Alfa Romeo e il suo reparto corse Alfa Corse hanno gareggiato con la 75 Turbo Gruppo A nel  WTCC del 1987 guidata  dai piloti Nicola Larini, Gabriele Tarquini, Sandro Nannini, Jacques Laffite e Mario Andretti.
Gianfranco Brancatelli ha vinto la serie ITC con l'Alfa 75 Turbo nel 1988 e Giorgio Francia  giunse secondo nell’ITC del 1991. Il 9 ° Giro d'Italia del 1988 fu vinto dal team di Miki Biasion, Tiziano Siviero e Riccardo Patrese con un 75 Turbo Evoluzione IMSA.